LE BUGIE DI CLARA

Clara è una persona dispettosa e che dice molto bugie, ma allo stesso tempo è sinceramente mossa da buone intenzioni, per cui fa tutto a fin di bene.

Ci siamo fatti dare da lei la sua personalissima ricetta segreta delle chiacchiere di carnevale, frappe, crostoni, chiamatele come volete.

Noi le chiamiamo le BUGIE DI CLARA: dal risultato la ricetta sembra validissima, ma chissà che non ci abbia detto ancora una volta un'altra bugia.

Provatele a fare von noi, il risultato è ottimo!


INGREDIENTI

240 gr di farina 00

2 uova intere a temperatura ambiente

30 gr di burro morbido "a pomata"

30 gr di zucchero a velo

1 limone BIO, la scorza

1 cucchiaio di marsala di ottima qualità (in alternativa del Rum o del vino bianco secco)

1 pizzico di sale


PROCEDIMENTO

Se usate la planetaria, inserite tutti gli ingredienti al suo interno e con il gancio a foglia o frusta K, impastata fintato che non avrete ottenuto un impasto compatto e sodo.

Fate una palla e avvolgetelo nella piccola: dovrà riposare in frigo per mezz'ora circa.

Se procedete a mano in una ciotola inserirete dapprima uova e burro e sbatterete leggermente con una forchetta poi scorza di limone, marsala, sale. Aggiungete zucchero e farina fieno ad ottenere una bella palla lucida che riporrete nel frigo nelle stesse tempistiche appena descritte.


Aiutandovi con una macchina per sfogliare, la classica Imperia, detta anche Nonna Papera) o con un matterello per i più resilienti, inizierete a tirare lentamente la pasta, aiutandovi con un po' di farina fino ad ottenerla di uno spessore di circa 1-2 millimetri, non i più.


Tangiate con una rotella la sfoglia in rettangoli o triangoli, facendo una o due incisioni accentro di ogni forma aiutandovi col medesimo strumento.


In una pentola capiente dai bordi alti mettete un litro di olio di semi di arachidi (quello migliore per friggere) e portatelo a 160/170 gradi.

Immergete le vostre chiacchiere 4-5 alla volta fino che non sian ben cotte e gonfie da entrambi i lati: Dovrete quindi rigirarle un paio di volte.


Scolatele su carta assorbente e dopo qualche minuto, quando saranno ancora tiepide ma non caldissime, spruzzateci sopra abbondante zucchero a velo.


Si conservano un paio di giorni se ben coperte.

Ma la domanda è .... riuscirete a non finirle in pochi minuti?




62 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti