COTTON CAKE AL CIOCCOLATO BIANCO

Lo ammettiamo subito: la riuscita di questa torta dipende dal vostro forno. Solo questo prezioso elettrodomestico ha in mano le chiavi del successo visivo del dolce.

Visivo, si. Perché a livello di gusto non avrete sicuramente problemi. Sarà infatti sempre buonissimo. In realtà anche l'aspetto sarà sempre accattivante, ma probabilmente non sarà quello che vi sarete immaginato prima della cottura. O forse sì...tutto dipenderà dalla temperatura che il vostro forno riuscirà a mantenere per tutto il periodo di cottura, e dall'acqua...sì...dovrete cuocere a bagnomaria nel forno per cui, se l'acqua non sarà ben calda, i nostri gradi centigradi potrebbero scendere, trasformando la torta in una consistenza più "budinosa".

Noi l'abbiamo fatto apposta per voi: abbiamo volutamente stressato il processo di cottura per capire se il risultato fosse ugualmente ottimo, come pensavamo. Ed effettivamente gli SFORNATI non hanno sbagliato: la nostra COTTON CAKE AL CIOCCOLATO BIANCO era strepitosa.

Trattasi della famosa torta giapponese dei tre ingredienti, che qualcuno di voi conoscerà come Japanese cheesecake. La cottura è simile, se non identica, ma spesso nel forno di casa, come abbiamo appena detto, si possono incontrare forti limiti, dovuti a prestazioni tecniche inferiori. Non ci siamo arresi (quando mai) e abbiamo creato la nostra versione, molto morbida e vellutata. Sinceramente? Una vera delizia!

Seguite con noi la video ricetta, e segnatevi i tre ingredienti necessari. Questa cake vi verrà spesso in aiuto...


INGREDIENTI

250 g di formaggio spalmabili tipo Philadelphia (anche in versione light)

250 g di cioccolato bianco

6 uova medie


PROCEDIMENTO

Vi ha sicuramente stupito la lista ingredienti. Vi stupirà ancor di più la preparazione: in circa cinque minuti la vostra torta sarà pronta da infornare. Abbiate quindi l'accortezza di accendere subito il forno a 180 gradi statico.


Iniziate sciogliendo a bagnomaria il cioccolato bianco. Per velocizzare il tutto potete usare il microonde: in entrambi i casi spezzettate il cioccolato prima di iniziare. Ad operazione completata, mettetelo da parte.


Separate gli albumi dai tuorli. Montate a neve non fermissima i prima.

Unite in una planetaria il formaggio con il cioccolate e, mescolando lentamente con la frusta, fate in modo che i due ingredienti siano ben amalgamati, tanto da sembrare una crema spalmabile (in pochi secondi otterrete questa consistenza).

Continuando a mescolare, unite un tuorlo alla volta. Tenete in azione l'elettrodomestico fintanto che il tutto non diverrà discretamente spumoso.


A questo punto, aiutandovi con una frusta "a mano", incorporate, con movimenti dal basso verso l'alto e poco alla volta, i bianchi a neve. Il composto non dovrà smontare.


Foderate di carta forno tutto l'interno di una teglia da 18-20 cm al massimo per queste dosi. Se usate uno stampo con cerniera, ricopritelo anche esternamente con la carta allumino prima e la pellicola trasparente dopo, affinché risulti ben sigillato.


Versate il composta al suo interno sbattendo la teglia leggermente, per evitare che rimangano della bolle d'aria, formatesi in questo passaggio.


Prendete una teglia abbastanza grossa e versateci al suo interno dell'acqua caldissima, ma non bollente. Inseriteci l'interno la teglia della torta e ponete in forno.


La cottura a bagnomaria è la seguente: 15 minuti a 180 gradi, 15 minuti a 170, 15 minuti a forno spento. Passati i 45 minuti, togliete la torta dal forno, che fino a quel momento non avrete mai aperto. Fatela raffreddare completamente prima di toccarla: non spaventatevi se sembrerà liquida a fine cottura, si rapprenderà raffreddandosi.


Dopo alcune ore toglietela dalla teglia e consumatela, magari ricoprendo ogni fetta di zucchero a velo proprio davanti ai vostri ospiti.


Potete accompagnarla con dei frutti di bosco messi nel piatto a lato della torta.

Si mantiene per due giorni: Se la mettete in frigo, copritela a contatto con pellicola.

Buon appetito!


CONSIGLI

Per una costanze più soda, potete far cuocere la torta alle stesse temperature ma utilizzando come unità di misura del tempo non quello che vi abbiamo indicato, ma 25 minuti. Quindi 25+25+25.

Controllate sempre che la temperatura non scenda troppo. Essendo che dentro ci sarà una grossa massa da scaldare (la teglia e l'acqua per il bagnomaria), la temperatura tenderà a scendere, soprattutto se il vostro forno è datato. Potreste, per aggirare questa cosa, impostare la temperatura 200 gradi, lasciare la torta a questa temperatura per i primi 5 minuti, e poi abbassare a in due steps fino a 180 gradi. Ad esempio dal minuto 5 al minuto 10 a 190° e dal decimo al quindicesimo a 180°, per poi proseguire normalmente.


Se trovate il cioccolato bianco troppo dolce, potete sostituirlo nelle medesime quantità con quello al tre o fondente. Con quest'ultimo la torta sarà leggermente più amara, ma ugualmente ottima.






145 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti